Club Jesino Moto Auto d'Epoca

Club Jesino Moto Auto d'Epoca

CUBA un'avventura in Motocicletta


 

Nel pomeriggio di venerdì 16 Ottobre, il Club Jesino Moto Auto d'Epoca - CJMAE ha offerto una nuova modalità di fruizione per la passione moto, a tutti i soci motociclisti e non solo, attraverso il video racconto del viaggio avventura in motocicletta svolto oltre oceano da due nostri soci di nazionalità straniera, Hans Peter (tedesco) & Angelo Pfyffer ( svizzero) con le rispettive consorti.   

Lo scopo era quello di poter condividere l'esperienza di un viaggio motociclistico internazionale partendo dalla fase organizzativa fino alla fase del ritorno in patria. 

Come ci si aspettava ciò è stato molto entusiasmante per tutti i numerosi  intervenuti che alla fine delle due ore circa di video racconto, hanno potuto fare domande specifiche e chiedere curiosità ai diretti viaggiatori.

Inoltre il Club CJMAE ha sperimentato, con notevole successo, l'esecuzione di una diretta streaming dell'evento sul proprio canale Facebook CJMAE, grazie all'assistenza tecnica ed esecutiva del nostro socio Simone Cesari, che ringrazio ampiamente. 

E' ovvio che l'organizzazione dell'evento in ogni sua componente è riuscita per la collaborazione fattiva di alcuni componenti del Direttivo CJMAE, che come al solito si impegnano a nome del Club, per i soci tutti. 

Non mi resta che ringraziare e fare i complimenti a NOI tutti per la bella e originale iniziativa offerta. 







CUBA ......IN MOTO !!!

Abbiamo il piacere e l'onore di avere Soci e Amici del nostro club che con le loro moto d'epoca non si pongono limiti di destinazione, molti di voi conosceranno il nostro socio Angelo Pfyffer e il nostro amico Hans-Peter Kestler insieme alle loro inseparabili consorti, ci raccontano la loro ultima avventura: 

CUBA
 
 







 
   

QUATTRO AMICI DEL CJMAE A RIEVOCARE IL CIRCUITO DEL TRASIMENO

 





Una trentina le moto d’epoca e i relativi equipaggi, hanno partecipato domenica 11 ottobre al raduno “Circuiti di Perugia e del Trasimeno” tra questi Bruno Barchiesi, Mimmo Belardinelli, Fiorenzo Coacci e Fabio Fittajoli del CJMAE, che incuranti delle pessime previsioni atmosferiche hanno azzardato la partenza alle 9,30 da San Feliciano sul piazzale dell'Hotel Ali del Lago. La giornata ha invece arriso agli intrepidi risparmiandoli dall’acqua, per la verità appena uno spruzzo che non ha fortunatamente bagnato le amate. Il giro completo del Lago circa 80 chilometri si è svolto ad andatura turistica, affrontando il percorso messo a punto dagli organizzatori del Camep anche con una adeguata staffetta. Non sono mancate soste per ammirare il Lago, cosi’ come una sontuosa merenda a meta’ mattina a base di porchetta, sempre con il rispetto delle normative anticovid,  A Castiglione del Lago sosta e foto tra gli appassionati  locali delle due ruote storiche; ed ancora in moto per proseguire il giro fino a rientrare per pranzo all’Hotel Ali del lago, dove si è svolta la conviviale ed i saluti del Presidente Ugo Amodeo. 

ASSEMBLEA ANNUALE DEI DELEGATI ASI

 


Oggi, sabato 10 ottobre, si è svolta l’annuale Assemblea dei Delegati ASI, che per la prima volta si è tenuta in remoto - attraverso il supporto di strumenti tecnologici moderni e ed efficienti – a causa delle vigenti normative dovute all’emergenza sanitaria. Oggetto principale della riunione è stato l’approvazione del bilancio del 2019, che ha ottenuto il consenso da parte della maggioranza dei partecipanti.

Il presidente dell’Automotoclub Storico Italiano, Alberto Scuro, ha aperto i lavori sottolineando che negli ultimi mesi la Federazione non si è mai fermata e che, oltre ad affrontare tutte le complesse problematiche legate all’emergenza in corso, ha continuato a lavorare per garantire i servizi ai soci e per sviluppare i rapporti istituzionali dell’Ente.

“Sin dalla nomina avvenuta nell’aprile 2019 – ha evidenziato il presidente Scuro - abbiamo individuato due precisi indirizzi di azione: un’accelerazione nell’accreditamento presso le istituzioni nazionali, che ha generato una nuova e più proficua interlocuzione ed il riconoscimento ad ASI di un ruolo sociale e culturale importante, di grande dignità e quindi meritevole di una maggiore attenzione finalizzato ad accrescere l’ascolto delle nostre istanze; parallelamente, abbiamo avviato un ripensamento generale dei servizi e delle modalità di erogazione”.

In questo ambito, il cambiamento non riguarda solo il programma gestionale ma prevede un progetto più ampio che si realizzerà con un sistema informatico completamente nuovo in grado di coordinare tutte le attività dell’ASI. Le esigenze in questi anni sono cambiate, ASI è cresciuta, si è modernizzata e si occuperà di veicoli storici utilizzando metodi moderni e innovativi.

“Il risultato di tutto questo lavoro – ha concluso il presidente Scuro - è che la percezione di ASI da parte della collettività è sempre più quella di un ente istituzionalmente responsabile, affidabile, al passo con i tempi che fonda le sue radici su una passione condivisa che coinvolge milioni di italiani e che rappresenta un modello di associazionismo irrinunciabile per uno sviluppo sostenibile del nostro Paese. Ringrazio per la loro attività ogni singolo componente del Consiglio Federale, all’interno del quale abbiamo attivato specifiche deleghe, i Presidenti di Commissione e i responsabili dei vari settori che abbiamo attivato. Ringrazio i nostri Club, che nonostante il Covid hanno avuto la determinazione di continuare a prendere iniziative per far sì che gli appassionati di motorismo storico avessero la possibilità di continuare a vivere la loro passione anche in un momento così difficile. Solo attraverso un impegno corale possiamo raggiungere gli obiettivi necessari per tutelare e promuovere al meglio il motorismo storico”.

Oltre all’esposizione dei bilanci consuntivo 2019 e preventivo 2020, nel corso dell’Assemblea sono intervenuti i presidenti delle varie commissioni che hanno esposto i rispettivi obiettivi raggiunti nell’anno passato


Giornata Nazionale del Veicolo d'epoca 2020

Domenica 27 Settembre 2020 il Cjmae insieme al Club motori d'epoca di Senigallia hanno organizzato la Giornata Nazionale del Veicolo d'Epoca. Nonostante il tempo incerto, il piazzale della libertà (davanti la rotonda a mare di Senigallia) si è riempito di veicoli storici (autovetture, motocicli e anche un Landini L45). Dopo la diretta streaming con l'ASI, i partecipanti hanno concluso la manifestazione presso il ristorante dell' Hotel City. 

                                          




Raid Reggio Calabria - Milano Corrado Lopresto 06.09.2020

Anche il CJMAE con il presidente Luciano Trozzi e con le auto di Marco Santarelli e Fabio Fittajoli  al “Raid Reggio Calabria-Milano” ideato da Corrado Lopresto, uno dei massimi collezionisti di auto d’epoca del mondo. L’ Architetto Lopresto ha creato questo particolare evento per celebrare i 40 anni dall’acquisto della sua prima auto da collezione,la mitica Fiat Balilla 3 marce. Il Raid per volere di alcuni amici siciliani è stato “allungato” partendo  lo scorso dicembre da Palermo, percorrendo le strade della mitica Targa Florio. Costretto allo stop a causa della pandemia, Lopresto ha ripreso il suo percorso domenica 6 settembre da Pescara, per poi proseguire nelle Marche, scortato lungo il percorso dalle auto dei soci dei vari Club ASI della nostra regione, con l’arrivo di tappa in Piazza del Popolo a Pesaro, dove la Balilla, in perfetta forma con il suo elegante rombo è arrivata, dopo le foto di rito alla Palla di Pomodoro. Il pomeriggio è proseguito con un Concerto di musica lirica interpretato magistralmente da Jean e Maria nella cornice del cortile di Palazzo Mazzolari Mosca. La serata ha avuto il suo epilogo con la cena di gala presso il Ristorante “Il Rifugio del Gabbiano”, dove tra una delizia e l’altra dello Chef, Lopresto ha raccontato ai numerosi invitati alcuni aneddoti della sua passione, dei suoi restauri e delle sue esperienze e premi vinti nei maggiori Concorsi d’Eleganza del mondo. Gradita la sorpresa dell’arrivo del Presidente  ASI (Automotoclub Storico Italiano) Dottor Alberto Scuro, che di passaggio in zona non è voluto mancare per un saluto a Lopresto ed ai vari Presidenti dei Club marchigiani presenti e a coloro che sono intervenuti con le loro veterane.