Club Jesino Moto Auto d'Epoca

Club Jesino Moto Auto d'Epoca

Rievocazione Storica della Trebbiatura 2017

Nuova location stesse caratteristiche:
 
Dalla collina di Castellaro di Senigallia la 8° Edizione della Rievocazione Storica della Trebbiatura si trasferirà quest’anno a San Domenico di Corinaldo e si svolgerà il 12,13,14 e 15 agosto.
La riunione dei due più conosciuti eventi darà la possibilità di creare la manifestazione a carattere agricolo più importante, completa e briosa del centro  Italia.
La storia dell’agricoltura infatti si sposa con il divertimento della festa in campagna, una kermesse che riscuote sempre un alto gradimento sia da parte dei cittadini, che dei turisti che fanno visita nel periodo ferragostano al uno dei “borghi più belli d’Italia”. Un appuntamento costruito sui ricordi dell’agricoltura di tanti anni fa, con i suoi valori, i suoi tempi e le sue tradizioni: amicizia, solidarietà, condivisione, passione per il lavoro e rispetto. L’ organizzazione si avvarrà oltre del CJMAE Club Jesino Moto e Auto d’Epoca, dell’associazione “Pozzo della Polenta”, della Pro Loco di Corinaldo e dell’Agromeccanica Giulioni, della A e D Castellaro 2001, in collaborazione con il Comune di Corinaldo e l’associazione “La Voce nel Cuore”.
In un ambiente suggestivamente agreste trattori d’epoca e macchine agricole dei primi anni del secolo scorso, provenienti da tutta Italia, ancora perfettamente funzionanti, daranno spettacolo sia staticamente, che in movimento.
Anche i bambini saranno accontentati con giochi sull’aia e passeggiate con i Pony, per i più maturi invece è previsto fuori strada sullo sterrato. Non mancheranno Stand con prodotti locali e tipici della “battitura”.
Ogni giorno verrà allietato con gruppi folkloristici,concerti e serate danzanti.





 
 
 

Vespe e Lambrette 2017

Il CJMAE Club Jesino Moto ed Auto d’Epoca, presieduto dall'Avv. Fabio Fittajoli, è sempre attivo nel proporre nelle proprie iniziative la cultura del territorio, dunque quale migliore occasione della VI edizione del raduno “Vespa e Lambretta” tenutosi domenica 2 luglio per la visita al Museo Federico II Stupor Mundi, inaugurato il giorno prima a Palazzo Ghislieri, sito proprio sulla stessa piazza dove il 26 dicembre 1194 l’imperatore Svevo nacque dalla non più giovane Costanza d’Altavilla, sotto una tenda e in mezzo al popolo. Esposte le circa 70 vespe e lambrette in piazza della Repubblica i partecipanti hanno potuto così ammirare il primo grande spazio dedicato a Federico II, composto da sedici sale che offrono un viaggio multisensoriale alla scoperta del monarca, narrato attraverso ricostruzioni tridimensionali, installazioni multimediali e l’utilizzo di tecnologie di ultima generazione. 
 In piazza è intervenuto il Vive Sindaco Dott. Luca Butini, che ha portato il saluto dell'amministrazione comunale e ha posto l'accento su quanto la passione per il motorismo storico si concili con la voglia di cultura e conoscenza e come tale eccezionale veicolo di promozione per il territorio.  Il raduno, che è nato per riunire gli scooteristi rimasti in acerrimo contrasto per decenni, è poi partito per un giro turistico sulle dolci colline marchigiane sino al mare.
La scoppiettante e fumante, ma ordinata, colonna di veicoli è stata guidata dall'organizzatore Simone Cesari, sotto il controllo del Commissario ASI Francesco Ronci.
A Marotta, avanti a pietanze di buon pesce bagnato dall’immancabile Verdicchio dei Castelli di Jesi, si è sancita la ritrovata amicizia dei Vespisti e Lambrettisti che quest’anno festeggiano i 70 anni del loro amato ed Innocentissimo mezzo.