Club Jesino Moto Auto d'Epoca

Club Jesino Moto Auto d'Epoca

Gran Tour delle Marche IV° Edizione


Riuscitissima la IV edizione del Gran Tour delle Marche svoltasi il 7-8-9 settembre nella provincia di Fermo.L’impegno organizzativo della manifestazione quest’anno è stato in gran parte assolto dal CAMPE di Porto S. Giorgio, coadiuvato dai clubs marchigiani Autoclub Luigi Fagioli Osimo, CJMAE, CAMSA, Motori d’Epoca Senigallia, Auto Club Storico Pesaro, CAEM, Scuderia Marche Macerata, CASPIM. Presenti all'evento l’avv. Roberto Loi Presidente ASI, Maurizio Speziali, V. Presidente ASI e il Commissario ASI Giuseppe Lo Piano, che hanno avuto modo di congratularsi con i Presidenti ed i soci dei 9 Clubs marchigiani che organizzano in armonia il Grand Tour delle Marche, e che ogni anno sono cresciuti di numero sino a comprendere quasi tutti i sodalizi delle Marche federati ASI. La partenza è stata data dal parcheggio dell’Hotel Timone di Porto S. Giorgio il pomeriggio di venerdì 7 settembre con destinazione Torre di Palme, un suggestivo e fantastico balcone panoramico sulla cima di un colle in posizione dominante la costa ed il mare Adriatico. Il borgo appartiene alla cerchia dei castelli fermani. L’abitato sorse nel Medio Evo come protezione fortificata dell’antico scalo marittimo della città romana di Palma allo scopo di difenderlo dalle frequenti incursioni dei pirati. Fiero castello medievale munito di un saldo sistema difensivo, Torre di Palme deve al movimento religioso agostiniano la costruzione di gran parte del nucleo più antico.La cena è stata servita presso il ristorante Villa Cannone, immersa nel verde di Marina Palmense, antica dimora medioevale, il cui nome deriva dalla già tonante voce di un piccolo fortilizio di difesa, di cui rimane la torre merlata. Dopo il pernottamento all'Hotel Timone di Porto S. Giorgio, il giorno successivo la carovana delle vecchie ma efficientissime signore si è spostata sulle strade delle colline marchigiane con il mare all'orizzonte e la bellezza dei Monti Azzurri, i Sibillini, per arrivare a Montalto delle Marche, la città del Papa Sisto V. La comitiva è stata accolta dal sindaco sig. Mastrosani Guido, che ha offerto una colazione a base di squisiti prodotti locali presso il teatro romano e ha favorito la visita della città, del palazzo comunale, delle storiche carceri-museo e della grandiosa Cattedrale di Santa Maria Assunta. Dopo uno squisito pranzo a Monte Giorgio, la visita guidata del conservato ed ancora attivo Teatro Romano di Piane di Fallerone. Graditissima è stata la successiva tappa a Servigliano con connotati fortemente enogastronomici presso la cantina Dezi, che come pro-memoria a lasciato a tutti gli equipaggi un confezione dei suoi pregiati vini. Il ritorno a Porto S. Giorgio è avvenuto passando per i caratteristici paesi di Belmonte, Grottazzolina e Valdete. Sia la cena, presso l’Hotel Timone, che il dopo cena, è stato allietato dal gruppo musicale Burro e Salvia con canzoni degli anni 30-40.


                                      
 La domenica mattina tutti a Fermo, con sosta delle auto sulla bellissima piazza del Popolo, racchiusa tra due ampie file di logge. che è il salotto della città. Sulla piazza si affaccia il Palazzo dei Priori, sede di rappresentanza del Comune e della pinacoteca comunale visitata dai partecipanti, che hanno tra l’altro potuto ammirare la Sala del mappamondo. Altra visita alle cisterne romane che sono un'opera edilizia ipogea di età augustea (40 d.C.), della superficie di circa 2.000 metri quadrati divise in 30 camere poste su 3 file parallele, realizzate allo scopo di accumulare acqua. Infine il Teatro dell'Aquila, con una capienza di circa 1000 posti, 124 palchi in 5 ordini e circa 350 metri quadrati di palcoscenico, si colloca tra i più imponenti teatri del Settecento delle Marche e dell'Italia centrale. Il GTM si è concluso a Torre di Palme presso il panoramico Ristorante Fonte di Mosè, dove organizzatori e partecipanti si sono affettuosamente salutati dandosi appuntamento alla prossima edizione. 


STORIA DEI MOTORI IN ITALIA GRAZIE ISTITUTO LUCE

l'Istituto Luce (L' Unione Cinematografica Educativa) è diventato nel Dopoguerra il principale testimone della crescita economica e industriale del nostro Paese. L'ente è stato fondato nel 1924 e ha continuato la sua attività fino al 2009, anno in cui è confluito nella società Cinecittà Luce Spa.

Dalla città di Federico II 02-03 Giugno 2012

Quest’anno le auto storiche partecipanti alla manifestazione “ Dalla Città di Federico II”, a calendario ASI ed iscritta al Trofeo Marco Polo, si sono spinte sino a Pesaro, passando per le tortuose e panoramiche strade interne della regione. Il ritrovo è stato a Jesi al mattino di sabato 2 giugno, in piazza Baccio Pontelli, all’interno delle possenti mura medievali, e dopo una visita al Torrione, nel quale vi è la sede dei Bersaglieri, con numerosi reperti storici. Accompagnati da una squadra di staffette in moto, senza interruzioni, le 50 autovetture costruite dal 1929 al 1982 hanno percorso la provinciale Acquasanta, passando per Fornace, Ostra, Casine, Ripe, Castelcolonna e raggiungendo Monterado, dove i partecipanti era attesi al ristorante Il Giogo, immerso nella campagna marchigiana. Dopo aver assaggiato le migliore pietanze locali, la ripartenza è stata per San Giorgio di Pesaro, Piagge, Montemaggiore, Calcinelli, Fano e dunque Pesaro, con sosta delle auto sul viale del mare dinnanzi all’Hotel Savoy, dove era prevista la cena ed il pernottamento. Nemmeno rinfrancati dal viaggio, gli equipaggi si sono sparsi per la città di Rossini, lungo le spiagge ancora affollate, per la stupenda giornata, ed i negozi del centro. Da ricordare lo spettacolo, a conclusione della cena, offerto da tre bravissime e stupende danzatrici del ventre. Al mattino seguente senza dover spostare le amate vetture e stato possibile accedere al Palazzo Ducale, sede della Prefettura, sino allo scorso anno interdetto agli estranei, permettendo ai radunasti di scoprire giardini segreti, stanze, affreschi e mobili appartenuti prima ai Duchi di Urbino e poi ai Della Rovere. In tarda mattinata si è ripresa la marcia sul lungo mare sino a Marotta, per concludere la manifestazione in allegria dinnanzi ai piatti dello squisito pesce dell’adriatico del ristorante California 2.






Vallesina in Moto Domenica 20.05.2012

La pioggia non ha fortunatamente toccato la manifestazione Vallesina in Moto, anche se gli organizzatori si erano premuniti munendo i conducenti di un K-way. Quest'anno la destinazione è stata Corinaldo, la città dei matti, così simpaticamente conosciuta. Dopo la partenza dalla piazza dell'erbe di Jesi, seguita dal Commissario ASI Benito Battilani, le moto tutte certificate ASI, hanno percorso l'Agraria e, passando per Ostra Vetere, sono arrivate a Corinaldo dove era ad attendere i motociclisti il neo Sindaco della ospitale città, sig. Livio Scattolini, che ha fatto da cicerone ai partecipanti e mostrato uno dei Borghi più belli d'Italia dalle mura medievali interamente conservate. Interessante è stata la visita al Teatro Comunale, recentemente restaurato e al caratteristico museo del costume dove sono visibili le vesti dei figuranti della Contesa del Pozzo. Il Presidente del locale moto club "I Matti di Corinaldo", Sig. Diego Bartolini, ha voluto regalare ad ogni equipaggio un attrezzo molto utile ai motociclisti, una pinza multiuso pieghevole. Dopo una piacevole fermata in una azienda agricola corinaldese per un aperitivo, il pranzo a base di pesce al ristorante California 2 di Marotta. Anche il ritorno senza la minacciata pioggia è stato tranquillo e piacevole.