Club Jesino Moto Auto d'Epoca

Club Jesino Moto Auto d'Epoca

Tour dell'Olio Exravergine d'Oliva 2011







Domenica 20 novembre numerosi soci con le loro auto e moto d'epoca si sono ritrovati presso la sede del CJMAE e tutti insieme hanno percorso la via clementina fino all'oleificio Chiodi, dove hanno assistito alla spremitura delle olive e assaggiato le bruschette con l'olio appena colato dai macchinari. La bella giornata ha permesso alla numerosa comitiva di godersi la strada per Arcevia e a Piticchio sosta all'oleificio Rosa, dove sono anche qui mostrate le tecniche di estrazione dell'olio e si è potuto consumare il pranzo nell'adiacente ristorante.
La gita è stata molto gradita e sicuramente verrà riproposta il prossimo anno.

Gran Tour delle Marche 2011







Si è conclusa domenica 18 la III edizione del Gran Tour delle Marche per auto storiche. L'evento, che si è snodato in tre giorni, è stato organizzato da quasi tutti i club federati ASI delle Marche, oltre al CJMAE di Jesi, che ha ideato la manifestazione insieme all'Autoclub "Luigi Fagioli" di Osimo, al CAMSA di Ancona e al Motori d'Epoca di Senigallia, c’erano anche l’ ASP Pesaro, la Scuderia Marche Macerata, il CAEM Recanati ed il CAMPE di Fermo. Lo scopo che gli organizzatori si erano proposto, e cioè di mostrare agli equipaggi provenienti da fuori regione una selezione di contesti culturali, museali, architettonici, storici e locali suggestivi, in un continuum tra mare e colline, alla scoperta delle eccellenze paesaggistiche, culturali ed enogastronomiche delle Marche, si è pienamente compiuto. La partenza delle oltre 80 autovetture, certificate ASI e di rilevante pregio storico, costruite dal 1920 sino al 1970, è avvenuta venerdì 16 settembre a Senigallia in occasione della manifestazione Pane Nostrum, l’evento è proseguito con un giro tra le colline ed i Castelli di Jesi per giungere a Castelfidardo, dove sabato 17, si è svolta un cerimonia commemorativa dei 150 anni dell'Unità d'Italia presso il monumento nazionale al generale Cialdini.In mattinata le veterane hanno proseguito per Campocavallo in visita al santuario della Madonna, illustrato nella storia e per l’importanza religiosa da due giovani e pazienti frati. In comune di Cingoli c’è stata la tappa presso l'amena località di Tavignano dove è stato possibile gustare le antiche ricette della cucina della campagna marchigiana, il tutto allietato da verdicchio della azienda agricola ospitante e dagli stornelli della “Martinicchia” che hanno divertito e fatto arrossire le signore prese di mira dall’allegra e scanzonata brigata di stornellatori. Nel pomeriggio le auto hanno raggiunto Macerata dove hanno fatto bella mostra in piazza Mazzini, mentre i partecipanti visitavano il museo della carrozza e i principali monumenti della città.
Simpaticamente si è svolta la cena di gala allietata dalle canzoni anni 60-70 del trio Dorello – Ferrini - Indomiti. Al mattino di domenica il trasferimento a Tolentino percorrendo le divertenti e sinuose strade collinari per giungere, in perfetto orario, in stazione dove attendeva gli equipaggi un treno a vapore del 1922, messo a disposizione dalla Direzione Regionale Marche delle Ferrovie, che sbuffando partiva, con le carrozze piene degli appassionati del motorismo d’epoca, per la tratta Tolentino-Civitanova, qui la comitiva veniva accolta dalle canzoni del complesso jesino Burro e Salvia, che salito sui vagoni, divertivano gli attenti partecipanti con le musiche degli anni 40’, in un ambiente unico e coinvolgente. Dopo il pieno di acqua e carbone il treno ritornava a Tolentino, qui ripresi gli amati mezzi ci si trasferiva all’Abbazia di S. Claudio dove la manifestazione terminava con le premiazioni ed i saluti.Il Gran Tour delle Marche per la sua valenza propositiva e culturale è sponsorizzato dalla Regione Marche e gode degli apprezzamenti degli esperti del settore, tanto che alla precedente edizione era stata assegnata la Manovella d'Oro, uno dei maggiori riconoscimenti rilasciati dall'ASI (Automoto Storiche Italiane).

Gran Premio del Colle






I giorni 03 e 04 Settembre 2011 alcuni soci del cjmae tra cui Marco Santarelli e Ceccomarini Giovanni hanno partecipato alla manifestazione " Gran Premio del Colle" visitando le suggestive località del golfo di Gaeta (Formia, Minturno, Ausonia, Esperia, S. Giorgio). Il raduno organizzato dal G.A.A.M.S di Minturno rappresentato dal presidente Lopiano Giuseppe, si è caratterizzato, dalla partecipazione di circa 60 vetture la maggir parte degli anni '70 e '80. La manifestazione è stata caratterizzata dal trofeo "Sicurezza Stradale" a cui hanno aderito tutte le forze dell'ordine agevolando il percorso.

Raduno Moto Osimo e Dintorni 4° Edizione 2011

Come sempre numerosissimi i motociclisti del cjmae hanno partecipato alla manifestazione per moto d’epoca organizzata dal club Luigi Fagioli di Osimo, dopo la concentrazione avvenuta in piazza Boccolino il gruppo si è diretto a Castelfilardo per la visita del monumento al Generale Cialdini in occasione del 150° Unità d’Italia, da qui le moto sono ritornate da altro percorso a Osimo per il conviviale e la premiazione che ha visto il socio Pieralisi Roberto in sella alla sua fedele Moto Guzzi Sport 14 del 1929 aggiudicarsi il primo premio per la moto più vecchia. Inoltre il presidente Fabio Fittajoli ha ricevuto il terzo premio per la sua Moto Guzzi sport 15 1931, graditissimo poi è stato il premio dato al cjmae come club più numeroso.

Raduno Auto Senigallia 2011

Primo assoluto al circuito di Senigallia è risultato il nostro vice presidente Mario Santarelli coadiuvato dal figlio Marco, a bordo della loro Alfa Romeo Giulietta Spider 1957, terza classificata la nostra socia Paola Zega a bordo della sua Lancia Fulvia Rally con il coopilota il marito Antonio Maurizi, primo nella categoria delle auto anteguerra è risultato il nostro socio Dottori Attilio con la Topolino A, premiato anche Cesari Giovanni a bordo della bellissima e curatissima Ford A 1929. Inoltre anche questa volta il gruppo piu numeroso è risultato quello del cjmae con ben 14 equipaggi. La settimana prima il nostro segretario Bruno Barchiesi si è aggiudicato il primo premio del circuito di Senigallia a bordo della sua Moto Guzzi S del 1935.

 

Dalla Città di Federico II 2011



Il 4 e 5 giugno si è svolta la XIV° Edizione della manifestazione di auto omologate ASI “Dalla città di Federico II” organizzata dal CJMAE. Il Club Jesino dedica ogni anno questo evento al più illustre dei suoi concittadini, l’Imperatore Federico II di Svevia, nato a Jesi il 26 dicembre 1194, sotto una tenda posta nella piazza che oggi porta il suo nome. Il ritrovo delle auto è avvenuto sotto le mura della ghibellina città. Le veterane tra cui Jaguar, Fiat Multipla del 1963, diversi modelli di Alfa Romeo, Fiat 508 Balilla del 1934, Ford A del 1929, Porsche, Lancia Appia, Fiat Topolino, Lancia Ardea del 1951, Fiat 514 torpedo del 1930,Triumph, MG e tante altre hanno attraversato i castelli del verdicchio per giungere a Camerano, famosa per le sue grotte, assai numerose, scavate nell'arenaria, che percorrono il sottosuolo del centro storico con andamento labirintico, con gli ambienti abbelliti da bassorilievi e particolari decorativi, con sale circolari e colonne di particolare gusto architettonico, decorazioni con fregi, motivi ornamentali e simboli religiosi che costituiscono una delle costanti dell'intero percorso. I partecipanti hanno così scoperto un paese sotterraneo quasi fiabesco ricco di fascino, in cui si trova concretezza, storia e leggenda. In serata le auto sono salite al Monte Conero, luogo suggestivo ed unico con i suoi 600 metri di altezza a picco sull’Adriatico, per trascorrere la notte in un confortevole e panoramicissimo hotel, già convento dei Camaldolesi, adiacente alla Badia di S. Pietro risalente all’anno 1000. La mattina seguente sosta a Sirolo, la perla dell’Adriatico, unico Comune in Italia insignito ininterrottamente dal 1994 ad oggi della Bandiera Blu, grazie alla limpidezza delle acque del suo mare, all'ambiente incontaminato, alle aree protette e alla qualità dei servizi, dove il Sindaco, l’avv. Moreno Misiti, ha salutato i partecipanti al raduno complimentandosi per la qualità e conservazione dei mezzi. Partenza da Sirolo per Loreto, dove è stato permesso alle auto di farsi ammirare nella piazza della Madonna, antistante al Santuario dove è custodita la venerata e visitata Santa Casa ed ai partecipanti di visitare il Museo Antico Tesoro del santuario che è situato nei piani superiori dello stupendo Palazzo Apostolico, contenente oggetti e dipinti provenienti per lo più dal Palazzo Apostolico e dalla Basilica, compresi alcuni affreschi staccati. Fra i vari oggetti d'arte spiccano le pregevoli tele di Lorenzo Lotto, la prestigiosa collezione di ceramiche rinascimentali e i dieci arazzi raffaelleschi. Fine manifestazione sul panoramico paese di Santa Maria Nuova, con cucina marchigiana, bagnata dal Verdicchio dei Castelli di Jesi, dove il presidente del CJMAE, avv. Fabio Fittajoli, ha salutato i conduttori e passeggeri con un caloroso arrivederci alla prossima edizione.













Raduno Alfa Romeo 6c 2.500






E' stato per il c.j.m.a.e un onore collaborare con il registro internazionale Alfa Romeo 6c 2.500 cc all'organizazione del loro XIV°Rauno denominato "Urbino e le colline Marchigiane", il programma prevedeva per il giorno 27 Maggio 2011 l'arrivo e l'incontro a Jesi degli equipaggi provenienti da tutta italia e anche dall'estero a bordo di queste rarissime vetture di alto livello costruite alla fine degli anni trenta tutte costriute artigianalmente ed allestite da ben 15 diversi carrozzieri, basti vedere le foto delle vetture presenti per rendersi conto che erano tutte diverse. Nota importante è la vincita di uno di questi modelli della coppa d'oro al più inportante concorso d'eleganza di auto storiche "Villa d'Este" 2011, tale premio per l'appunto è stato assegnato ad una Alfo Romeo 6c 2.500 SS del 1942 allestita dalla prestigiosa Carrozzeria Bertone. Tutti gli equipaggi circa 15 auto hanno potuto ammirare ad aprezzare la meravigliosa pinacoteca sita presso il Palazzo Pianetti e concludere la prima giornata presso l'Hotel Federico II. I giorni successivi hanno visitato il Palazzo ducale di Urbino il museo della carta e della filigrana di Fabriano, per concludere Domenica 29 Maggio con la spettacolare visita alle grette di Frasassi.

Raduno "Vallesina in moto" 22.05.2011





Domenica 22 Maggio 2011 si è svolta la XIII° Edizione del raduno moto d'epoca "Vallesina in moto" organizzato dal nostro club c.j.m.a.e. Alla manifestazione hanno aderito ben 70 moto di diverse marche come (Moto Guzzi, Benelli, BMW, Mecheless, Zundapp, Ariel, Piaggio) tutte perfettamente funzionanti ed eccezzionalmete conservate o restaurate molte delle quali omologate ASI, tutte antecedenti il 1975 provenienti sia dalla nostra regione che dalle regioni limitrofe (Umbria - Toscana - Emilia Romagna) inoltre era presente un' equipaggio della Repubblica di San Marino ed un'altro addirittura proveniente dalla Germania. La manifestazione è iniziata alle ore 09,00 a Jesi in via Nazario Sauro con le consuete verifiche ed iscrizioni degli equipaggi, alle ore 10,30 il numeroso gruppo si è diretto a visitare la cantina vinicola "Vignedileo" a Staffolo attraversando i comuni di Pianelli Vallesina, Castelbellino, Monte Roberto, Maiolati Spontini e Cupramontana, dopodichè la giornata si è conclusa con il consueto pranzo e premiazioni degli equipaggi presso il ristorante "I Ponti" a Castreccioni .























Dalla Città di Fabriano verso gli Appennini 2011






Domenica 08 Maggio 2011 si è svolta la IX° edizione del raduno a calendario ASI "Dalla città di Fabriano verso gli Appennini". Grazie alla spelndita giornata si è vista la partecipazione di circa 60 mezzi. La giornata è iniziata in piazza Garibaldi a Fabriano con la mostra statica dei mezzi, per dare modo ai numerosi visitatori di vedere e apprezzare le numerose vetture presenti inoltre per chi voleva lungo le vie del centro della città era presente un mercatino dell'antiquariato, dopodichè, si è partiti alla volta del ristorante "Le Betulle" attraversando con un lungo e suggestivo serpenteno le frazioni di Collegiglioni, Bivio Filipponi il comune di Arcevia e la frazione di Avacelli. La giornata si è conclusa con la premiazione degli equipaggi e l'arrivederci alla prossima edizione.

Rievocazione storica dell’Autotrasporto nella Vallesina – II Edizione – 9/10 Aprile 2011




Nei giorni 9 e 10 Aprile scorsi, si è tenuta a Jesi (AN) la II edizione della Rievocazione storica dell’autotrasporto nella Vallesina, evento riservato ad autocarri, autobus e veicoli speciali storici che hanno allietato le vie della Città e dei paesi della Valle dell’Esino.La manifestazione, confortata anche da giornate di sole splendido quasi estivo, ha avuto una particolare quantità di presenze di veicoli storici che hanno coperto quasi tutti i decenni del secolo scorso; tra i quasi 40 veicoli, facevano bella mostra un raro autocarro SPA 38 del tempo del fascismo, un Lancia 3RO cisterna degli anni ‘30, un autobus OM 1CRD del 1929, uno splendido autobus Fiat 615 carrozzato Menarini e pezzo unico, oltre a molti altri autobus e autocarri che provenivano dalle Marche e quindi rappresentavano la vera storia dell’autotrasporto nella nostra regione. Inoltre, però, la manifestazione ha visto la partecipazione molto gradita di veicoli provenienti dal Veneto, dalla Toscana, dall’Abruzzo e dall’Emilia, a dimostrazione della grande valenza dell’evento che ha visto in totale a Jesi in quei giorni circa quaranta veicoli ed equipaggi. Nel pomeriggio del sabato, dopo alcune ore di esposizione statica a Porta Valle, i mezzi convenuti hanno avviato i motori e svolto un percorso cittadino in Jesi che li ha fatti notare anche da quel pubblico meno attento a manifestazioni singolari e storicamente rilevanti come questa. La domenica mattina, dopo aver ancora lasciato qualche ora i mezzi a disposizione di appassionati e curiosi che ne hanno apprezzato la bellezza e la rilevanza storica, un colorato e rombante corteo di vecchie corriere e camion si è snodato per le strade della Vallesina fino a Moie di Maiolati ed a Montecarotto dove l’Amministrazione comunale ha accolto i partecipanti e ha fatto visitare loro le particolarità storiche della cittadina tra cui le antiche mura ed il teatro comunale.Una conviviale lungo il percorso ha ristorato i partecipanti ed ha consentito agli organizzatori di effettuare le premiazioni di tutti gli equipaggi, a suggello di un evento che, quest’anno nella sua seconda edizione, speriamo avrà ancora nel futuro altre edizioni per la singolarità dei veicoli presenti che rappresentano per tutti un pezzo di storia della loro giovinezza e dei loro ricordi.




Gita Sociale al Museo "Piana delle Orme" Latina 2011


Sabato 02 Aprile 2011 si è svolta la gita sociale al Museo “Piana delle Orme” a Latina, i partecipanti (57 persone) sono partiti alle ore 05.00 da Porta Valle con direzione Latina. Arrivati alle ore 10.00 circa è iniziata, con la guida, la visita dei padiglioni relativi ai mezzi agricoli, vita contadina, giocattoli d’epoca e al padiglione della bonifica delle paludi Pontine; dopo una gradita pausa pranzo, con la guida del pomerigio abbiamo approfondito tutta l’area militare con la visita dei padiglioni dei mezzi bellici d’epoca, lo sbarco ad Anzio, la battaglia di Cassino e le battaglie di El Alamein a Messina e Salerno. Il gruppo molto soddisfatto e impressionato dai tanti mezzi presenti, dalle ricostruzioni sceniche, e dai racconti delle guide si è immerso in una valanga di emozioni e ricordi delle vite vissute dai presenti e dai loro cari in passato. La giornata si è conclusa con il ritorno a Jesi e la convinzione degli organizzatori di ripetere la visita al museo anche negli anni venturi.


 

Consegna Manovella d'oro 2010


Sabato 12.03.2011 presso il Centro Fiere di Forlì in occasione del' Old Time Show 2011 sono stati consegnati dall'ASI i riconoscimenti a quei Club che hanno organizzato le migliori manifestazioni, nell’ambito dei Trofei di Regolarità e del Marco Polo con contenuti turistici e culturali. Il nostro club insieme agli altri club partecipanti al Gran Tour delle Marche ha ricevuto la Manovella D'oro per l'anno 2010. Alla cerimonia erano presenti tutti i presidenti dei club organizzatori del Gran Tour delle Marche i quali hanno ricevuto l'ambito premio dalle mani dal presidente ASI Avv. Loi e dal commissario manifestazioni Avv. Piaquadio.

21° AUTOSCIATORIA


Sabato 5 e Domenica 6 Marzo 2011 si è tenuta la 21° edizione del raduno auto "Autosciatoria", manifestazione organizzata dal club di A.F.A.S di Foligno, a cui ha partecipato i nostri soci Mario e Marco Santarelli a bordo della loro vettura Alfa Romeo Giulietta Sprint 1961 classificandosi al 3° posto alla gara di auto d'epoca. La manifestazione è iniziata a Folignio presso il Centro sportivo Villa Candida dopodichè la carovana di circa 60 mezzi si è recaca a Tolentino (saltata la tappa di Sassotetto a causa delle cattive condizione meteo per la consueta gara di scii); la serata si concludeva con la cena di Gala in maschera presso l'hotel 77. Il giorno seguente il gruppo si è trasferito a Caldarola con la visita del Castello Pallotta e concludendo il raduno con il pranzo presso il ristorante "Guesia" a Foligno.

Il nostro Lancia Jolly

Siamo rimasti sorpresi nel vedere il nostro camioncino Lancia Jolly in bella mostra in una rivista specialistica e molto esclusiva "CAMION Classic" numero 2, la foto presente nell'articolo in cui si racconta la nascita e la storia dei veicoli commerciali in Italia, è stata scattata durante una manifestazione tenutasi nel 2010 a Latina dove naturalmente il CJMAE era presente, vedi video.



Storia del Lancia Jolly
:

Il furgone "Jolly", che prende il posto dell'analogo veicolo commerciale Appia, viene immesso sul mercato nella primavera del 1959 ed è costruito sino a tutto il 1963, poi nel 1964 viene a sua volta sostituito dal "Superjolly" (derivato dal modello Lancia Flavia e quindi con motore da 1,5 litri) a trazione anteriore. Va precisato che, a differenza di furgoncini e camioncini Ardea o Appia che tutti hanno sempre considerato come veicoli "derivati" dalla berlina, i furgoni "Jolly" sono invece stati spesso assimilati ai veri e propri veicoli industriali.
Caratteristiche principali:
motore: anteriore a 4 cilindri a V di 1089,51 cm3, potenza 36,5 HP a 4500 giri, valvole in testa;carrozzeria: furgone con 2 porte per accesso all'abitacolo + porte laterali e portellone posteriore per accesso al vano di carico, scocca portante, sospensione anteriore ruote indipendenti, sospensione posteriore ad assale rigido;trasmissione con trazione alle ruote posteriori, cambio a 5 rapporti+retromarcia;dimensioni e peso: passo cm 248,0 - lunghezza cm 459,5 - larghezza cm 181,5 ;velocità max: Km/h 97.