Club Jesino Moto Auto d'Epoca

Club Jesino Moto Auto d'Epoca

Raduno Fabriano 2009


Dopo la lunga pausa invernale, è ripartita l’organizzazione del club CJMAE con la VII° Edizione a calendario nazionale ASI con la manifestazione svoltasi Domenica 3 Maggio 2009 dal tema “Dalla città di Fabriano verso gli Appennini”. Numerosi come al solito i partecipanti (circa 80 vetture) che in occasione anche della favorevole giornata, si sono presentati all’incontro in Piazza del Comune di Fabriano dove gli organizzatori hanno anche offerto la colazione. Dopo il disbrigo delle pratiche di iscrizione, il corteo di auto si è mosso lungo un percorso di circa 40 Km che ha visto i tanti appassionati, attraversare i paesi di Cancelli, Campodonico, Pioraco e Sefro. Prima di giungere al ristorante situato al lago di Sefro, i partecipanti hanno fatto tappa al museo della carta e della filigrana e il museo dei fossili, situato nel caratteristico e pittoresco paesino di Pioraco, dove sono stati accolti dalla protezione civile che si è prodigata nell’accompagnare il gruppo dei partecipanti proprio alla visita dei musei. La passeggiata è poi terminata al ristorante “Lago di Sefro” con il consueto pranzo e con la premiazione degli equipaggi da parte del direttivo del CJMAE che ha offerto diversi premi (salame tipo Fabriano prodotto dal consigliere del CJMAE Sig. Sentinelli Franco, con l’aggiunta di due bottiglie di vino dell’azienda agricola Bonci). Inoltre sono stati consegnati dei ricordi anche alle gentili signore intervenute e un pensiero in particolare è stato consegnato anche ai bambini. Gli organizzatori ringraziano i numerosi amici intervenuti e vi danno appuntamento alla prossima manifestazione!!

Raduno Moto 2009


Il CJMAE (Club Jesino Moto Auto d’Epoca), federato A.S.I ha organizzato domenica 10.05.2009 una manifestazione turistico culturale per moto d’epoca denominata: “VALLESINA IN MOTO – XI° edizione. Alla quale potevano partecipare gli iscritti all’ASI in possesso di moto e derivate omologate ASI immatricolate entro il 1975. Dopo le verifiche e controlli preliminari avvenuti in Piazza della Repubblica di Jesi, dove si erano radunate, più di 100 moto provenienti da tutta la regione, ma anche da San Marino e dalla Germania, i partecipanti hanno potuto visitare il Museo del Percorso del Fuoco e dei Mestieri di proprietà e curato dall’ing. Marco Borocci, socio del CJMAE, che lo ha appositamente aperto per l’occasione. Il museo, visitabile a Jesi, su prenotazione, ha una superficie di circa 400 mq, ed è costituito da una raccolta di materiale non solo legato all’attivitàdei vigili del fuoco, ma anche ad altri settori professionali, quali strumenti di misura, bruciatori, utensili ed attrezzature, da cui derivano le attuali strumentazioni. Presenta inoltre una collezione di cinquanta mestieri in bicicletta, oltre ad auto, moto, radio e televisori d’epoca. I centauri sono dunque partiti per giro turistico alla volta di Cupramontana dove le vecchie moto, molte delle quali dei primi anni 20, hanno potuto riposarsi dopo la ripida salita e i conducenti degustare di prodotti tipici dell’azienda agricola “BONCI". Rinfrancati, partenza alla volta di Vaccarile di Ostra attraversando i comuni di Angeli di Rosora, Castelplanio, Poggio San Marcello, Serra de’Conti, lungo i meravigliosi crinali e valli che hanno messo, positivamente, alla prova conducenti e mezzi. Percorsi circa 50 km si è giunti a Vaccarile al ristorante “Locanda al Circolo Ippico" dove è avvenuta la premiazioni degli equipaggi, che sono rientrati a Jesi attraverso la Provinciale Acquasanta.